Analizzando il mercato in questo momento storico, stiamo assistendo ad una sua rapida evoluzione e a farne le spese sono gli investimenti sulle materie prime.

Ci sono molti fattori che vanno ad influire su questi andamenti, come la politica energetica o quella economica, ma anche la politica di un determinato Stato, se non addirittura del continente, che cambia radicalmente il valore delle materie prime.

Nelle ultime settimane ci sono stati grossi cambiamenti nelle Borse, pensate che in quelle asiatiche si sono potuti notare dei movimenti interessanti che hanno già influito sulle materie prime. In questo momento è difficile poter effettuare un investimento, se non dopo un’attenta analisi, perché eseguire azioni di trading per le materie prime adesso potrebbe non essere vantaggioso.

Con il mercato in subbuglio, le materie prime sono le indiziate numero uno e le prime a risentire di tale problema. Ma è tutto il mercato, in questo momento storico, ad aver cambiato letteralmente rotta, con i broker e gli analisti finanziari che stanno studiando e analizzando il tutto per trovare ed effettuare investimenti sicuri.

Secondo queste figure, con questo trend al ribasso potrebbero salire alla ribalta i Paesi emergenti, che così facendo avrebbe un effetto diretto sulle materie come petrolio, oro, argento, rame, palladio e platino.

Come sempre c’è un occhio di riguardo per quanto riguarda il mercato dell’oro, visto che negli ultimi tempi era sceso parecchio, quindi in questo periodo potrebbe essere un buon investimento. Uno dei fattori che alimenta questa teoria è il fatto che il petrolio sta avendo un movimento incostante in riferimento al dollaro statunitense, colpa di una politica americana che sta danneggiando l’economia degli USA.

In molti stanno tenendo sotto controllo il mercato dei metalli preziosi, soprattutto gli investimenti su oro e argento, come avevano predetto alcuni analisti che affermavano un rialzo nella primavera per questi metalli.

L’Europa in tutto questo può giocare un ruolo importante perché, con tutti i rischi geopolitici, potrebbe portare un impatto più che buono per l’oro, ma attenzione ai cinesi: hanno sempre avuto un forte interesse per questo metallo, come dimostrano gli ingenti capitali investiti per l’acquisto di oro straniero, anche se ultimamente questi investimenti sono calati per evitare fuoriuscite di capitale interno.
La situazione delle materie prime e dell’oro sta cambiando totalmente e stanno tornando alla ribalta in questo ultimo periodo, vista l’espansione del mercato che, combinata al futuro blocco delle estrazioni, renderà ancora più fertile il mercato dei metalli preziosi in questo momento.